Connessus Europa

Simulazione 3D della Neth nell'area Connessus di Parco Gioeni.

La Neth di Connessus

Il Programma Connessus è stato pensato con lo scopo di proporre uno spazio dedicato alle culture, battezzato con il nome: “Agorà Connessus”. Un’area in cui, far incontrare e interagire, il mondo della cultura e i cittadini, su tematiche importanti per l’essere umano e il pianeta in cui vive. Una specie di piazza in cui ricostruire, insieme, il nostro Essere, attraverso la potente energia positiva che scaturisce dalle arti e delle scienze, in grado di generare quella scintilla necessaria a riavviare un nuovo processo di cambiamento.

Nell’era dei Social Network, i cosiddetti “nativi digitali” vivono nell’illusione della super-connessione, ma in realtà diventano sempre più soli. Capire questo concetto, fa comprendere meglio l’importanza di Connessus e la necessità di promuoverlo; perché questo modus vivendi può generare solo ignoranza, habitat ideale per la ghettizzazione e la conseguente proliferazione della violenza e del terrorismo.

A tale scopo, il programma Connessus, intende promuovere la comunicazione tra le diverse coscienze e scienze, “ispirando” la creatività di tutte persone coinvolte, fino al raggiungimento della necessaria riabilitazione intellettuale. 

Ma come? Sottoponendo i visitatori dell’Agorà Connessus ad un vero e proprio “shock culturale”, stimolando tutti i loro sensi attraverso la visione e l’ascolto del meglio della creatività umana. Cercando ispirazione dalla nostra storia passata, per costruire quella futura; verso un nuovo rinascimento europeo. 

Tutto questo e molto di più sarà “confezionato” dagli artisti che hanno aderito e che aderiranno al Programma Connessus: musicisti, registi, pittori, scultori, scrittori, scienziati e pensatori dei cinque continenti.

« Le opere del passato sono come i fiori da cui le api traggono il nettare per fare il miele.» (Francesco Petrarca)

Quindi, Connessus, attraverso diversi progetti tematici, vuole creare il clima più adatto alla rinascita di un movimento storico-culturale volto a far rifiorire la vita civile.

L’obiettivo primario è quello di spostare lo sguardo e quindi l’attenzione dell’uomo, dal basso verso l’alto, dalla materia allo spirito, dalla Terra al Cielo.

Si tratta di un viaggio complesso, per il quale è necessario usare il veicolo più adatto e l’equipaggio più idoneo. Il veicolo è la Cultura e l’equipaggio, naturalmente, è composto da artisti, scienziati, letterati, filosofi e teologi.

Questa è l’anima di Connessus e il suo fulcro visivo, il centro dell’Agorà, è rappresentato dalla Neth, un'opera scultorea realizzata dagli artisti aderenti al movimento NethArs, che si erge, come un faro/antenna, al centro dell'area Connessus. Una forma totemica che, come la punta di un’enorme lancia, indica la giusta direzione da prendere.  


I numeri della Neth 12 - 3 - 4 - 7

12 - Altezza totale 12 mt 

Dodici come le dodici tribù di Israele, i dodici apostoli di Gesù e i dodici discepoli di Maometto. 

3 - Larghezza della base 3 mt 

Tre come le dimensioni del mondo visibile. Nella valenza positiva Tre può simboleggiare un gruppo di persone che si uniscono per raggiungere uno scopo comune attraverso associazioni sociali o professionali; rappresenta la comunicazione di tutti i tipi (arte, cinema, musica ...); è associato alla fede e alla conoscenza. 

Tre come la Santissima Trinità. La rivelazione cristiana del Dio trino offre parametri nuovi sul mistero di Dio. Sia in se stesso, sia nei suoi rapporti con l'uomo e il creato, come pure per le relazioni fra le persone umane. Si tratta di una forma stilizzata di dialogo interreligioso, che manifesta una verità fondamentale del Dio cristiano, capace di arricchire il monoteismo ebraico, musulmano e delle altre religioni. 

4 - I 4 lati di Neth

Quattro come i Vangeli in cui è raccontata la vita di Gesù, ognuno dei quali è, a sua volta, legato ai quattro classici elementi di fuoco, aria, terra e acqua. Il Vangelo di San Matteo è associato alla terra (sull'incarnazione del Cristo nella sua forma terrena), il Vangelo di San Marco è associato all'acqua (in cui si enfatizza l'importanza del battesimo), il Vangelo di San Giovanni è associato al fuoco (è quello più "spirituale"), mentre il Vangelo di San Luca è associato all'aria (in quanto è il più "lungo"). 

Il Quattro, nella religione ebraica, simboleggia il Tetragramma biblico, cioè le quattro lettere che compongono il nome di Dio e che sono tanto sacre da non poter essere pronunciate da nessuno.

Quattro come il numero delle lettere dell'alfabeto arabo che formano il nome di Allah che significa Dio.

7 - 7° l’inclinazione dei lati della Neth 

7 sono i bracci del candelabro ebraico Menorah.

7 Allah ha creato 7 cieli, 7 terre e 7 mari. E 7 sono i giri che si eseguono ritualmente nella circumambulazione attorno alla Ka’ba durante il pellegrinaggio a Makka.

7 è il numero buddhista della completezza.

7 sono i doni dello Spirito Santo nel Cristianesimo: sapienza, intelletto, consiglio, fortezza, scienza, pietà e timor di Dio.

7 sono i Sacramenti del cristianesimo cattolico romano: Battesimo, Cresima (o Confermazione), Eucaristia, Penitenza, Unzione dei malati, Ordine Sacro, Matrimonio.

Infine, il Sette è anche il numero inclusivo della Neth in quanto formata dal triangolo (3) su un quadrato (4).

Ulteriori informazioni

Sabato 16 dicembre 2017, al Palazzo della Cultura a Catania, è stata consegnata al sindaco e all’assessore alla cultura, la scultura "Neth" realizzata, nell'ambito dell’International Connessus Program “Jihart - Arte e Pace”, dagli artisti Giuse Rogolino e Giusy D’Arrigo, ideatori e fondatori del Programma stesso. 

Il materiale usato è ferro ossidato e raku nero. In un lato della Neth, sono state incastonate sei pietre provenienti da sei luoghi diversi: Iraq, Libano del sud, Afghanistan, Kosovo e Centrafrica, reliquie di guerra gentilmente offerte dall’inviato di RaiNews24 Ettore Guastalla.

Tale scultura è simile alla “sorella” di dodici metri di altezza, che sarà eretta nel Parco Gioeni di Catania. A tale riguardo, il Comune di Catania con Deliberazione N.113 del 10/08/2017, ha affidato all’Associazione Salvatoriana Cascada onlus, promotrice dell’International Connessus Program, l’area centrale del Parco destinata così ad ospitare la prima “Agorà Connessus” del mondo

La grande Neth, simbolo di Connessus, vede impegnati i quattro artisti designati, Giusy D’Arrigo, Rosario Genovese, Giuse Rogolino e Gianni Serra. È previsto inoltre, il contributo dell’artista palestinese Iyad Sabbah, come connessione artistica con l’importante tema trattato: “Jihart - Arte e Pace”

Missione Connessus: aggregare tutte le arti in un solo luogo, per generare una grande energia positiva da offrire a tutte le persone che si connetteranno ad essa e diventarne così parte attiva.

Nell’Agorà Connessus, una sorta di Parco della Cultura, si alterneranno, di anno in anno e secondo i temi prescelti, momenti culturali coinvolgenti: musica, danza, arti visive, fotografia, teatro, cinema e molto di più. Uno magnifico spazio all’aria aperta, su una splendida terrazza affacciata sul Mediterraneo, che non solo farà bene a chi la vive, ma anche a chi è stato meno meno fortunato. Perché i ricavi di “Parco Connessus” serviranno a creare un fondo economico a sostegno dei piccoli bisognosi della Terra.